PUNTO1 - Citi, rosso per azione in trim3 0,27 dlr, titolo scende

giovedì 15 ottobre 2009 14:43
 

(aggiunge dettagli da sesto paragrafo)

NEW YORK, 15 ottobre (Reuters) - Citigroup (C.N: Quotazione) ha realizzato nel terzo trimestre un utile netto di 101 milioni ma a livello di risultato per azione si registra un rosso di 0,27 dollari.

La nota sui conti spiega che nel corso del terzo trimestre la banca ha portato a termine l'offerta di scambio, con il risultato di un guadagno di 851 milioni dopo le imposte ma anche di una riduzione di 3,1 miliardi di utile a disposizione degli azionisti ordinari. Di conseguenza, si registra una perdita addizionale di 0,18 dollari per azione.

La perdita per azione riflette anche i dividendi delle azioni "preferred", che non influiscono sull'utile netto ma riducono l'utile a disposizione degli azionisti ordinari di 288 milioni o 0,02 dollari per azione.

I ricavi nel trimestre ammontano a 23,1 miliardi. Le stime Thomson Reuters indicavano perdita per azione di 0,38 dollari e ricavi per 20,04 miliardi.

Nel pre-borsa il titolo bancario segna quotazioni in calo di oltre il 3% dopo i dati. Dopo i risultati di Citi, i futures sugli indici di Wall Street hanno esteso le perdite.

Un anno prima la perdita per azione era stata di 61 centesimi.

Sul risultato hanno influito perdite per 8 miliardi nel credito. Dall'inizio della crisi del credito, la banca ha riportato oltre 100 miliardi di svalutazioni e perdite nel credito al consumo.

"Hanno battuto le attese negli utili e nei ricavi ma gli 8 miliardi di perdite nel credito ci ricordano che ci troviamo in un debole quadro economico. Il credito al consumo rimane una problematica e questo è il motivo per cui il titolo (nel pre-borsa) e i futures sono in ribasso", commenta Tim Ghriskey, responsabile investimenti di Solaris Asset Management in Bedford Hills.