PUNTO 1 - Auto Europa, immatricolazioni in crescita in estate

martedì 15 settembre 2009 10:38
 

(accorpa take, aggiunge dettagli da nota)

PARIGI, 15 settembre (Reuters) - Le immatricolazioni di auto europee hanno registrato un aumento del 2,8% a luglio e del 3% ad agosto, con grandi differenze fra paese e paese, grazie agli incentivi alla rottamazione.

Secondo i dati Acea, relativi ai 27 paesi Ue+Efta, le immatricolazioni del gruppo Fiat FIA.MI a luglio sono cresciute del 10,9% su base annua, con una quota di mercato al 9% dall'8,4% di luglio 2008. Crescita nella regione anche ad agosto con immatricolazioni in aumento del 9% annuo e una quota di mercato al 7,4% dal 7% dello stesso mese 2008. Nei primi otto mesi le vendite di nuove auto in Europa accusano una contrazione dell'8,2% mentre nel periodo gennaio-agosto le immatricolazioni del gruppo Fiat registrano un progresso dell'1,1%.

A luglio in Europa occidentale le immatricolazioni sono salite del 5,1% , controbilanciando il -25% dei nuovi membri della Ue. L'Austria ha registrato il maggior progresso con un +44,1% mentre le flessioni più pronunciate si sono viste in Lettonia (-86,6%) e in Irlanda (-77,1%).

Ad eccezione della Spagna (-10,9%), i principali mercati sono tutti in crescita, dal +2,4% del Regno Unito (primo risultato positivo da aprile 2007) al +3% della Francia, al +6,6% dell'Italia e al +29,5% della Germania.

Ad agosto la tendenza si è confermata e i paesi dell'Europa occidentale hanno visto un miglioramento del 7,8%, mentre i nuovi stati membri della Ue hanno accusato una flessione del 35,2%. Trainata dagli incentivi per il rinnovo delle flotte, la Germania ha messo a segno un balzo del 28,4%. Hanno fatto meglio dell'anno precedente anche la Gran Bretagna (+6%), la Francia (+7%) e l'Italia (+8,5%). Dopo 15 mesi di calo, la Spagna ha visto in agosto un mercato stabile.

Tra i nuovi membri Ue, Slovacchia (+26,2%), Repubblica ceca (+16,3%) e Polonia (+3,1%) proseguono la tendenza positiva mentre Ungheria (-68,4%) e Romania (-71,9%) affrontano ribassi considerevoli.