Italia, pubblicità -18,2% in trimestre, -16,3% a marzo - Nielsen

giovedì 14 maggio 2009 11:46
 

MILANO, 14 maggio (Reuters) - Nei primi tre mesi di quest'anno gli investimenti pubblicitari in Italia ammontano a 2,095 miliardi, in calo del 18,2% rispetto al corrispondente periodo del 2008; il confronto annuale per il solo mese di marzo mostra una flessione del 16,3%.

Questi i dati diffusi da Nielsen da cui emerge per la Tv (generalista e satellite con Sky e Fox) una flessione sul trimestre del -15,4% (a 1,144 miliardi) e sul mese del 14,4%. La stampa, nel suo complesso, ha un calo del 25,8% (a 544 milioni), con periodici -29,2% e quotidiani a pagamento -23,6%; in contrazione anche la raccolta della free press (-26,9%).

La radio diminuisce del 20,1% sul trimestre e dello 8,6% su mese. Variazioni negative per outdoor (-37,1%), cinema (-26,7%), cards (-39%) e direct mail (-16%), lieve incremento invece per internet e 'out of home tv', entrambi a +3,5%. Tutti i settori merceologici hanno ridotto la spesa rispetto all'anno scorso ad eccezione di enti/istituzioni e turismo/viaggi, rispettivamente +1,5% e +3,2%.

Wind, Vodafone, Ferrero, Volkswagen, Barilla, Unilever, Procter&Gamble, Danone, Fiat Auto e Telecom Italia Mobile sono i dieci 'top spender' del trimestre con circa 303 milioni euro, il 12% in meno del corrispondente periodo del 2008.