B.Intermobiliare, netto 9 mesi in calo 59%, ok a piano 2009/2010

venerdì 14 novembre 2008 17:42
 

MILANO, 14 novembre (Reuters) - Banca Intermobiliare (BIM.MI: Quotazione) chiude i primi nove mesi con un utile netto di 11,7 milioni di euro, in calo del 59,3% rispetto allo stesso periodo 2007.

Il margine di interesse, si legge in una nota, ammonta a 25,6 milioni (+3,9%), il margine di intermediazione a 82,5 milioni (-30,3%).

Il tier 1 ratio è risultato pari al 9,4% al 30 settembre contro il 9% fatto registrare al 30 giugno.

Il Cda ha inoltre approvato il piano strategico del gruppo per il biennio 2009/2010.

I valori attesi per la conclusione dell'esercizio 2010, che non incorporano gli effetti dall'accordo con Veneto Banca (in attesa di approvazione da parte dell'Autorità di Vigilanza), prevedono impieghi a 1,5 miliardi, raccolta netta del biennio a 800 milioni, margine di intermediazione pari a 131 milioni, risultato operativo pari a 34 milioni, Tier 1 Ratio al 10% e Total Capital Ratio al 14%.

Il piano "potrà essere suscettibile di revisioni, anche profonde, non appena le condizioni generali appariranno più stabili o comunque rientrate in un ambito di normalità", dice la nota, aggiungendo che le ipotesi di scenario assunte considerano che l'incertezza sui mercati permarrà fino alla seconda metà del 2009.

Per leggere il testo integrale del comunicato diffuso dalla società i clienti Reuters possono cliccare su [nBIA141b6]