Enel, per pagare dividendo attinge 309 mln da riserve- documenti

martedì 14 aprile 2009 16:54
 

ROMA, 14 aprile (Reuters) - Enel (ENEI.MI: Quotazione) per liquidare agli azionisti il saldo del dividendo 2008, pari a 0,29 euro per azione, chiederà all'assemblea di attingere alle riserve per circa 309 milioni.

Lo si legge nei documenti preparati in vista dell'assemblea del 27 aprile (in prima 28 e 29 rispettivamente in seconda e terza convocazione) e resi disponibili oggi.

I soldi, 5 centesimi per azione, saranno prelevati dalla riserva utili riportati a nuovo della capogruppo Enel spa. Gli altri 24 centesimi saranno invece pagati con gli utili.

L'esborso complessivo potrà oscillare fra 309,320 e 309,819 milioni di euro.

Come spiegano i vertici del gruppo elettrico l'oscillazione "tiene conto della possibilità che, a decorrere dal 12 marzo 2009 e fino alla data prevista per lo stacco della cedola relativa al saldo del dividendo dell'esercizio 2008, vengano esercitate alcune delle opzioni assegnate con il piano di stock option 2004 per un numero massimo di 9.976.935".

Lo stacco della cedola è previsto per il 22 giugno e il pagamento per i giorno 25 giugno.