Dexia, perdita di 1,544 mld in trim3, cederà filiale FSA

venerdì 14 novembre 2008 09:15
 

PARIGI, 14 novembre (Reuters) - La banca Dexia DEXI.PA, che alla fine di settembre era stata salvata dall'intervento statale belga, lussemburghese e francese, archivia il terzo trimestre con una perdita di 1,544 miliardi - contro l'utile di 439 milioni di un anno fa.

La società, inoltre, annuncia che cederà ad Assured Guaranty (AGO.N: Quotazione) la propria divisione assicurativa americana FSA in una operazione che potrebbe valere complessivamente 722 milioni di dollari.

Infine, Dexia annuncia un piano di ristrutturazione che dovrebbe servirle per conservare la solidità finanziaria e sopravvivere alla crisi senza ulteriori aiuti statali.

Per garantire la cessione di FSA, il portafoglio di attivi 'a rischio' della filiale Financial Products, per 16,5 miliardi di dollari, sarà escluso dal perimetro di vendita - e le eventuali perdite future saranno garantite dal Belgio e dalla Francia.

Nel terzo trimestre i ricavi del gruppo sono crollati del 78%,anche per l'impatto negativo della crisi che ha pesato, dice la società, per 1,6 miliardi.

Per quanto riguarda il risultato netto, gli analisti si aspettavano 200 milioni-1,7 miliardi di perdita.

I risultati del quarto trimestre sono visti ancora penalizzati dalla crisi, ma la capacità di solvenza rimane forte, afferma la società.