Commerzabank, svalutazioni su Grecia per 760 mln pesano su trim2

mercoledì 10 agosto 2011 09:25
 

FRANCOFORTE, 10 agosto (Reuters) - Commerzbank (CBKG.DE: Quotazione) ha chiuso il secondo trimestre con un utile operativo di 55 milioni, sotto le previsioni di un sondaggio Reuters, che aveva stimato 105 milioni.

I risultati dell'istituto tedesco hanno risentito delle svalutazioni, per 760 milioni di euro, sui titoli di stato greci.

Commerzbank ha inoltre previsto che l'utile operativo 2011 delle proprie attività bancarie core sarà ben al di sopra di quello del 2010.

In precedenza, la banca aveva detto di aspettarsi che l'intero gruppo avrebbe chiuso il 2011 con un utile operativo significativamente più alto di quello del 2010, che era stato pari a 1,386 miliardi di euro.

Commerzbank intende però "continuare a perseguire" l'obiettivo di un utile operativo pari a 4 miliardi entro il 2012, precisando che questo target è condizionato dalla stabilità dei mercati.

L'istituto ha aggiunto che continuerà a ridurre gli asset non strategici e i titoli di Stato dei paesi della "periferia" europea, come previsto.

Commerzbank ha infine precisato che a fine giugno era esposta verso la Grecia per circa 3,1 miliardi di euro, verso il Portogallo per 3,7 miliardi, verso l'Irlanda per 2 miliardi, verso l'Italia per 15 miliardi e verso la Spagna per per 15,5 miliardi.

Nel pre-borsa il titolo sale del 3,8%.