5 agosto 2011 / 14:53 / 6 anni fa

PUNTO 1 - Erg scivola in rosso per 40 mln in sem1 causa crisi

(Aggiunge dettagli sinergie da TotalErg e put su Lukoil)

MILANO, 5 agosto (Reuters) - Il gruppo Erg (ERG.MI) chiude il primo semestre dell‘anno con una perdita netta di 40 milioni di euro rispetto a un utile di 2 milioni nello stesso periodo del 2010, secondo un comunicato.

Il mol consolidato a valori correnti scende del 20% a 108 milioni.

“La contrazione dei risultati nel semestre, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, è principalmente dovuta alla pesante debolezza degli scenari di raffinazione, acuita dal protrarsi della crisi Libica”. ha così commnetato il semestre l‘AD Alessandro Garrone.

Il manager sottolinea che “per la seconda parte dell‘anno prevediamo, per le divisioni Rifining & Marketing e Power & Gas, risultati inferiori allo scorso anno per il protrarsi di uno scenario di raffinazione sfavorevole e per la fermata programmata di manutenzione all‘impianto di ISAB Energy. Nelle rinnovabili, invece, ci aspettiamo un ulteriore incremento”.

L‘indebitamento finanziario netto è di 706 milioni di Euro, in diminuzione di 17 milioni rispetto al 31 dicembre 2010, principalmente a seguito dell‘incasso del corrispettivo della cessione dell‘11% di Isab.

Quanto alla possibilità di esercitare l‘opzione put con Lukoil sul resto della partecipazione nell‘impianto Isaab di Priolo l‘amministratore delegato Garrone ha detto in una conference call che la decisione arriverà entro la fine del 2011.

L‘operazione rientra nell‘ambito dell‘accordo sottoscritto nel 2008 con Lukoil che prevedeva la creazione di una joint venture per la gestione congiunta della raffineria di Priolo. L‘accordo riconosce da allora ad Erg un‘opzione put relativa alla propria partecipazione esercitabile nell‘arco di 4 anni in una o più soluzioni, non più di una volta ogni 12 mesi.

L‘ultima cessione di quote è stata decisa il 31 gennaio scorso e perfezionata l‘1 aprile. Allo stato attuale Isab è partecipata al 60% da Lukoil e al 40% da Erg. Entro fine anno sarà dunque deciso, secondo le parole dell‘a.d. Garrone, se esercitare l‘opzione anche nel 2012 e su quale percentuale della restante partecipazione. La società continua intanto ad essere gestita dai due azionisti sulla base degli esistenti accordi parasociali con una governance paritetica sulle principali decisioni di business, e con un operating agreement che ne garantisce l‘autonomia e l‘indipendenza gestionale.

Sulle sinergie prodotte dalla jv TotalErg Garrone si aspetta un risparmio totale di 40 milioni di euro.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below