PUNTO 3 - Telecom Italia, ricavi semestre +10%, svalutazioni

venerdì 5 agosto 2011 12:29
 

(aggiunge commento analista, contesto)

MILANO, 5 agosto (Reuters) -Il gruppo Telecom Italia (TLIT.MI: Quotazione) chiude il primo semestre del 2011 con un rialzo a due cifre dei ricavi anche grazie al consolidamento di Telecom Argentina (TEC2.BA: Quotazione), ma con il mercato domestico ancora debole.

Lo dice una nota della società, aggiungendo che sono state decise svalutazioni dell'avviamento per 3,182 miliardi di euro, che portano a una perdita netta di 2,013 miliardi, ma non determinano "conseguenze di natura finanziaria e non modificano il percorso di riduzione dell'indebitamento e la politica di distribuzione dei dividendi della società".

Il goodwill era sorto in seguito alle fusioni realizzate tra Telecom Italia e Tim nel 2005 e Olivetti e Telecom nel 2003 e la revisione del valore dell'avviamento è stata decisa tenendo conto del "deterioramento del contesto dei mercati finanziari riguardo all'andamento dei tassi di interesse", dice la nota.

Un report di Deutsche Bank dei giorni scorsi dal titolo "Goodwill writedown, who cares?", sottolineava che la svalutazione non avrebbe avuto impatto perchè i dividendi potevano essere distribuiti attingendo a riserve.

Sull'andamento dell'anno, il presidente esecutivo Franco Bernabè ha confermato gli obiettivi 2011, che indicano ricavi ed Ebitda organici stabili su 2010 (considerando Telecom Argentina consolidata per 12 mesi) e debito netto rettificato a 29,5 miliardi a fine 2011.

I risultati dei sei mesi si rivelano tutto sommato in linea con le previsioni degli analisti.

Il fatturato si attesta a 14,543 miliardi, in rialzo del 10% sullo stesso periodo del 2010, rispetto alla media delle stime Reuters Ibes a 14,47 miliardi.   Continua...