Sabaf, utile netto trim2 si dimezza, Ebitda in calo 38%

giovedì 4 agosto 2011 13:41
 

MILANO, 4 agosto (Reuters) - Sabaf (SABF.MI: Quotazione) chiude il secondo trimestre con un un utile netto di 2,6 milioni di euro, in calo del 52,2% rispetto allo stesso periodo 2010, su vendite in discesa dell'11,8% a 37,2 milioni.

Il calo dei ricavi - si legge in una nota - è legato alle minori vendite nei mercati nordafricano e mediorientale, che risentono di un quadro politico instabile, e al rallentamento della domanda sul mercato italiano e sugli altri principali mercati dell'Europa Occidentale.

L'Ebitda si attesta a 7,1 milioni (-38,3%).

Come già comunicato, alla luce dei dati consuntivi di vendita del primo semestre e del persistere della situazione di incertezza della domanda all'inizio del mese di luglio il management ha rivisto la previsione di crescita delle vendite per l'intero esercizio 2011, attese in crescita tra il 2% e il 4% (rispetto a una precedente stima di circa +10%).

E' inoltre atteso un margine Ebitda compreso tra il 21% e il 22% del fatturato (le precedenti previsioni indicavano un valore tra 23% e 24%).

Per leggere il testo integrale del comunicato diffuso dalla società i clienti Reuters possono cliccare su [ID:nBIA04e0c]