A2A, cala utile netto sem1, pesa Edison, Ebitda +1,5%

mercoledì 3 agosto 2011 13:16
 

MILANO, 3 agosto (Reuters) - A2A (A2.MI: Quotazione) ha realizzato nel primo semestre una crescita dell'Ebitda dell'1,5% a 477 milioni su ricavi per 3,050 miliardi (+6,7%).

Il risultato operativo netto è calato del 3,9% a 223 milioni, mentre l'utile netto di gruppo ammonta a 120 milioni da 371 milioni di un anno prima.

Sul risultato netto, spiega una nota, hanno influito sia la plusvalenza di 39 milioni dalla vendita della quota in Metroweb sia il consolidamento della partecipazione in Edison EDN.MI che ha inciso negativamente per 30 milioni nel confronto con i primi sei mesi 2010.

Sul primo semestre 2010 aveva influito una plusvalenza di 277 milioni per la cessione di Alpiq.

L'indebitamento finanziario netto è calato di 135 milioni portandosi a 3,758 miliardi a fine giugno.

Riguardo alle prospettive, la utility sottolinea che nella seconda parte del 2011 "si confermerà la situazione ormai strutturale di difficoltà nei comparti dell'energia elettrica e del gas", dove esiste una situazione di "significativo sbilanciamento" tra capacità produttiva e livello della domanda interna.

"A livello di performance industriale, il buon andamento della filiera Ambiente e della filiera Calore e Servizi contribuiranno a compensare parzialmente la contrazione dei risultati della filiera Energia".

I clienti Reuters possono leggere il comunicato in forma integrale cliccando su [ID:nBIA039a1].