Auto Usa, produttori vedono domanda fragile in secondo semestre

mercoledì 3 agosto 2011 13:10
 

DETROIT, 2 agosto (Reuters) - Le vendite di auto negli Usa hanno segnato un rialzo a luglio, ma gli uomini delle vendite dei principali gruppi sono cauti sulla possibilità di una ripresa nel secondo semestre a causa della debolezza dell'economia che riduce la capacità di spesa dei consumatori.

Reid Bigland, responsabile delle vendite Usa di Chrysler, ha definito il mercato "duro". Don Johnson, il suo equivalente a General Motors (GM.N: Quotazione), dice che la fiducia dei "consumatori è fragile per quello che è successo negli ultimi mesi".

Le vendite di GM negli Usa a luglio sono salite dell'8%, quelle di Ford Motor (F.N: Quotazione) e Chrysler, controllata da Fiat FIA.MI, rispettivamente del 9 e del 20%.

Toyota Motor (7203.T: Quotazione) e Honda Motor Co (7267.T: Quotazione), ancora in difficoltà per il terremoto di marzo in Giappone, hanno visto un ribasso di oltre il 20%.