Toyota, trim in rosso su terremoto e yen, alza stime utili 2011

martedì 2 agosto 2011 12:53
 

TOKYO, 2 Agosto (Reuters) - Toyota Motor Corp (7203.T: Quotazione) ha ottenuto nel trimestre aprile-giugno la prima perdita operativa degli ultimi due anni, scontando gli effetti negativi del terremoto del Giappone sulla produzione e dello yen forte sulle esportazioni.

Anche se in maniera inferiore a quanto atteso dal mercato, la compagnia ha alzato le previsioni sugli utili 2011 in vista di una ripresa più veloce. Il primo produttore mondiale di automobili ha registrato una perdita operativa netta di 108 miliardi di yen (985 milioni di euro), rispetto ai 211,7 miliardi di un anno prima. Il risultato è migliore delle previsioni di un sondaggio tra sei analisti sentiti da Thomson Reuters IBES, che fissava la perdita a 190 miliardi.

Toyota ha annunciato un utile netto di 1,2 miliardi di yen, in calo rispetto ai 190,5 miliardi dell'anno precedente. I ricavi sono diminuiti del 29% a 3.440 miliardi di yen.

Fino a marzo 2012, Toyota ha innalzato le sue previsioni sui profitti operativi a 450 miliardi da 300 miliardi, escludendo i profitti dalla Cina. Il consensus di 20 analisti era di 529,7 miliardi di yen.

Il rallentamento alle forniture dopo il terremoto dello scorso marzo è cessato più velocemente di quanto ipotizzato e Toyota ha detto che la produzione a pieno regime dovrebbe tornare a settembre, con due mesi d'anticipo sulle previsioni.

Le azioni di Toyota sono scese dell'1,6% dall'inizio dell'anno, meglio del -2,6% medio dell'indice Nikkei .N225. Prima dell'annuncio dei risultati della trimestrale, stamattina le azioni Toyota hanno chiuso a Tokyo +0,3% a 3.160 yen.