Hsbc, utile sem1 oltre attese, tagli al personale, titolo sale

lunedì 1 agosto 2011 10:56
 

LONDRA, 1 agosto (Reuters) - Il colosso bancario anglo-asiatico Hsbc (HSBA.L: Quotazione) (0005.HK: Quotazione) ha archiviato il primo semestre con risultati inaspettatamente in rialzo e ha dichiarato di essere positivo sulle prospettive delle economie emergenti, mentre Usa ed Europa dovrebbero continuare ad arrancare.

Hsbc ha chiuso la prima parte dell'anno con un utile ante imposte di 11,5 miliardi di dollari, in crescita rispetto agli 11,1 miliardi dello stesso periodo del 2010 e meglio dei 10,8 miliardi stimati dagli analisti secondo un sondaggio Reuters.

La banca ha registrato svalutazioni sui prestiti per 5,3 miliardi di dollari, in calo del 30% rispetto alla prima metà del 2010 e del 19% nei confronti del secondo semestre.

Hsbc afferma che gli interventi regolatori in Gran Bretagna potrebbero concorrere a frenare la ripresa economica.

Il gruppo ha annunciato il taglio di circa 5.000 posti di lavoro come conseguenza della ristrutturazione delle attività in America Latina, Usa, Gran Bretagna, Francia e Medio Oriente. E ha anticipato, per bocca dell'AD Stuart Gulliver, la riduzione di altri 25.000 posti di lavoro - oltre ai 5.000 già programmati - tra oggi e il 2013.

Il mercato ha accolto positivamente i risultati: il titolo Hsbc, a Londra, balza del 3,03%, a 612,5 pence, dopo aver segnato un massimo di 619 pence.