PUNTO 2 - Fiat alza stime 2011, ma pesano dubbi su target debito

martedì 26 luglio 2011 17:59
 

(aggiunge altri dettagli da comunicato, aggiorna titolo)

MILANO, 26 luglio (Reuters) - Fiat FIA.MI chiude il secondo trimestre con risultati superiori alle attese del mercato e riviede al rialzo gli obiettivi sull'intero anno.

La previsione sull'indebitamento a fine anno, però, delude il mercato e, dopo una prima reazione positiva che aveva portato ad annullare le perdite, il titolo del Lingotto ha ripreso a scendere e, attorno alle 17,10, cede il 4,33%, a 7,18 euro, dopo aver toccato un minimo di 7,06 euro.

Secondo l'interpretazione dei trader, a pesare sul titolo è il fatto che il target fornito sull'indebitamento a fine anno (5-5,5 miliardi) è superiore al consensus (4,8 miliardi).

Nessun riferimento nella nota del gruppo su possibili modifiche al management. Un annuncio su questo fronte arriverà "a giorni", ha promesso, però, l'AD Sergio Marchionne.

Tornando ai conti, l'utile della gestione ordinaria consolidato (il gruppo include Chrysler dal primo giugno scorso), si è attestato a 525 milioni di euro, rispetto a stime degli analisti di 485 milioni.

I ricavi consolidati sono stati pari a 13,2 miliardi, mentre l'indebitamento netto industriale a fine giugno ammontava a 3,4 miliardi, contro 4,640 miliardi del consensus.

La liquidità totale si è attestata a 19,2 miliardi (12,2 miliardi riferibili a Fiat esclusa Chrysler).   Continua...