PUNTO 1- Edison, in rosso in sem1 per 62 mln, ricavi +11,3%

lunedì 25 luglio 2011 15:26
 

(aggiunge altri dettagli da comunicato)

* Su utili pesano svalutazioni per 77,5 mln

* Confermata stima Ebitda di 900 mln in 2011

MILANO, 25 luglio (Reuters) - Il gruppo Edison EDN.MI ha chiuso il primo semestre del 2011 con un rosso di 62 milioni di euro da un netto positivo di 142 milioni dello stesso periodo 2010 a causa di svalutazioni per 77,5 milioni legate agli asset in Grecia, Croazia e ad alcuni impianti termoelettrici in Italia, secondo un comunicato.

I ricavi nei sei mesi si attestano a 5,662 miliardi di euro, in crescita dell'11,3%, grazie soprattutto alla crescita della filiera energia elettrica (+11,5% rispetto al primo semestre del 2010) e all'apporto stabile della filiera idrocarburi (+0,3% rispetto all'analogo periodo dello scorso anno).

L'ebitda scende, invece, del 21,6% a 491 milioni. In questo caso, spiega il comunicato, il calo della redditività va ascritto alla riduzione del mol adjusted della filiera elettrica (-95 milioni di euro) e della filiera idrocarburi (-39 milioni di euro). Per l'intero anno la società conferma la stima di un ebitda di 900 milioni grazie alla rinegoziazione del contratto di approvvigionamento di lungo termine con Promgas, jv venuto Eni (ENI.MI: Quotazione)-Gazprom, annunciato la scoisa settimana.

La società sottolinea, tuttavia, che l'impatto della difficile situazione del mercato del gas sulla redditività della società perdurerà fino alla conclusione positiva dei negoziati e dei procedimenti arbitrali in corso per i contratti gas di lungo termine. L'obiettivo è quello di ottenere nel corso del corrente e dei prossimi esercizi sia una ragionevole redditività dei contratti gas sia i riconoscimenti una tantum relativi agli esercizi precedenti.   Continua...