Telecom Italia, Telco svaluta partecipazione a 1,8 euro/azione

mercoledì 6 luglio 2011 16:23
 

MILANO, 6 luglio (Reuters) - Telco, la holding che detiene la quota di riferimento di Telecom Italia (TLIT.MI: Quotazione), ha svalutato il valore della partecipazione a 1,8 euro per azione.

Lo dice una nota al termine del Cda di Telco che ha approvato il bilancio a fine aprile con una perdita di 1,15 miliardi di euro dopo la rettifica del valore della partecipazioni in Telecom Italia di complessivi 1,2 miliardi circa.

Dopo la svalutazione il valore di carico della quota in Telecom Italia ammonta a 5,406 miliardi.

"La rettifica riflette una valutazione condotta da una banca di investimento internazionale di primario standing che ha rilasciato una fairness opinion sulla congruità del valore di carico", spiega la nota.

Telco, che detiene il 22,5% di Telecom Italia, è partecipata al 46% da Telefonica (TEF.MC: Quotazione), da Generali (GASI.MI: Quotazione) con il 30,6% e da Intesa Sanpaolo (ISP.MI: Quotazione) e Mediobanca (MDBI.MI: Quotazione) con l'11,6% ciascuno.

Telefonica ha in bilancio la quota di Telecom Italia a 2,62 euro per azione, dai 2,2 euro dei soci italiani, a causa di 42 cent di maggiore valutazione legate alle sinergie.

Nei giorni scorsi alcune fonti hanno detto a Reuters che i soci italiani erano intenzionati a svalutare la loro partecipazione ad un valore di 1,8 euro per azione.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su [ID:nBIA06e24]