Sabaf abbassa stime 2011 dopo rallentamento business in trim2

martedì 5 luglio 2011 18:35
 

MILANO, 5 luglio (Reuters) - Sabaf (SABF.MI: Quotazione) ha chiuso il primo semestre con ricavi di vendita per 77,5 milioni, con una significativa contrazione nel secondo trimestre, e, pertanto, il management ha rivisto al ribasso le previsioni sull'intero anno.

Le vendite del secondo trimestre, si legge in un comunicato della società attiva nelle componenti per cucine e apparecchi domestici per la cottura a gas, sono scese del 12% circa rispetto ad un anno prima, attestandosi a 37,2 milioni.

La performance negativa è imputabile a minori vendite nei mercati nordafricano e mediorientale e al rallentamento della domanda in Italia e nell'Europa occidentale.

Sabaf si attende un contributo dalle vendite di nuovi prodotti inferiore rispetto a quanto inizialmente ipotizzato. Pertanto, il gruppo vede una crescita delle vendite nell'intero 2011 del 2-4%, rispetto ad una precedente stima del 10%.

Il rallentamento delle vendite inciderà sulla redditività: Sabaf prevede un margine Ebitda del 21-22%, contro il 23-24% della stima precedente.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su [ID:nBIA059fd]