Assicurazioni, imprese Italia solide con regole attuali-Cerchiai

martedì 24 maggio 2011 12:32
 

MILANO, 24 maggio (Reuters) - Le compagnie assicurative italiane, sulla base della regolamentazione vigente oggi, non presentano profili di preoccupazione sotto l'aspetto della solvibilità e questo è stato dimostrato anche dagli ultimi stress test.

Lo ha dichiarato il presidente dell'Ania, Fabio Cerchiai, a margine di un convegno a Milano.

"A tutt'oggi resta confermata la solidità delle imprese, poi bisogna vedere quale sarà la definizione della normativa a livello europeo", ha spiegato Cerchiai riferendosi a Solvency II, che fisserà un nuovo set di requisiti di solvibilità per le compagnie.

"Siamo in vigile attesa, ma non credo ci siano casi che possano destare preoccupazione sulla base della normativa a oggi. In base agli stress test fatti c'è una generale tenuta", ha aggiunto.

Cerchiai ha ribadito che l'associazione è decisa a chiedere alle autorità che non vengano fissate "patrimonializzazioni eccessive" che "pur essendo indispensabili aumenterebbero i costi del servizio assicurativo".

Un quadro più chiaro della regolamentazione è atteso - secondo Cerchiai - "non prima di metà del prossimo anno".

(Gianluca Semeraro)