13 maggio 2011 / 15:04 / 6 anni fa

PUNTO 2 - Generali, utile netto trim1 +16,8%, premi -8,3%

(aggiunge dichiarazioni conference call)

MILANO, 13 maggio (Reuters) - Generali (GASI.MI) archivia il primo trimestre con un progresso dell‘utile netto del 16,8% a 616 milioni di euro e un aumento del risultato operativo del 6,6% a 1.256 milioni di euro.

Lo comunica una nota del gruppo triestino spiegando che la crescita è trainata dalla redditività operativa di tutti i segmenti di business (vita, danni e asset management).

Nel comparto danni, il combined ratio ha registrato un miglioramento a 96,1% da 98% del primo trimestre del 2010.

I premi complessivi lordi sono calati dell‘8,3% a 19,1 miliardi, di cui 12,3 miliardi nel vita (-13,2%) e 6,8 miliardi nel danni (+2,1%). L‘andamento, si legge, è stato condizionato dalla elevata concentrazione di raccolta di premi unici realizzata nel primo trimestre 2010.

Per quanto riguarda le attività di asset management, le masse gestite di terzi hanno raggiunto 92 miliardi (+4% in termini omogenei rispetto alla fine del 2010).

Il patrimonio netto si attesta a 17.725 milioni di euro, in progresso dell‘1,3% rispetto a fine 2010, mentre l‘indice di Solvency I cresce al 133% (132% al 31 dicembre 2010). Tenendo conto delle plusvalenze immobiliari disponibili su autorizzazione delle Authority, tale indice si attesta al 140%.

“Ritengo che ci siano tutte le premesse affinché il gruppo realizzi anche nel 2011 una significativa crescita del suo risultato d‘esercizio”, ha dichiarato nella nota l‘AD Giovanni Perissinotto.

Nella conference call sui risultati, il direttore finanziario Raffaele Agrusti, ha confermato le previsioni di un free cash flow cumulato a 4 miliardi al 2014 compreso.

Il titolo a Piazza Affari, in calo prima dell‘annuncio dei risultati, è passato in territorio positivo e alle 17 guadagna l‘1,7% a 15,84 euro con massimo a 15,89 euro.

NESSUN ANTICIPO OPZIONE PPF

Generali esclude l‘anticipo dell‘opzione sulla joint venture ceca Ppf. “Su Ppf non vedo necessità o interesse di anticipare l‘esercizio sul 49% del capitale”, ha detto l‘AD Giovanni Perissinotto, nella conference call sui risultati.

Generali e il gruppo ceco PPF hanno in essere accordi che potrebbero comportare per la compagnia triestina l‘acquisto del 49%, a luglio 2014, della joint-venture Generali-PPF Holding con un esborso potenziale stimato tra 2,5 e 3 miliardi di euro, secondo la nota al bilancio diffusa a fine marzo.

“Sull‘aumento di capitale Commerzbank siamo negativi”, ha detto Agrusti. Ha poi ribadito che non c’è nessune intenzione di cedere la svizzera Bsi.

“Per noi Bsi resta tra gli elementi stabili nella nostra attività di asset management”, ha commentato l‘AD Perissinotto.

(Redazione Milano, +39 02 66129567, reutersitaly@thomsonreuters.com)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below