UniCredit, con attuale Core Tier 1 no pressioni regolatori - AD

venerdì 13 maggio 2011 09:55
 

MILANO, 13 maggio (Reuters) - UniCredit (CRDI.MI: Quotazione) si aspetta impatti positivi sul Core Tier 1 dalla redditività attesa e dalle azioni intraprese sul business anche se non alla velocità vista nel primo trimestre.

Lo ha detto l'AD Federico Ghizzoni nella conference call sul primo trimestre aggiungendo che con i livelli attuali di Core Tier 1, oltre 9%, non ci sono "specifiche pressioni" dai regolatori sul capitale.

"Penso che più su andiamo meno pressioni avremo. Con i livelli attuali non ci sono specifiche pressioni ma aspettiamo al decisione sulle Sifi. Già nel quarto trimestre avevamo un Core Tier 1 ben sopra il 7% previsto da Basilea 3", ha detto.

"Con la profittabilità attesa e una serie di azioni in corso possiamo aspettarci alcuni effetti positivi sul Core Tier 1 anche se non con la velocità del primo trimestre", ha aggiunto.

(Gianluca Semeraro)