Risanamento, perdita 17 mln in trim1, crollo ricavi a 19 mln

giovedì 12 maggio 2011 19:57
 

MILANO, 12 maggio (Reuters) - Risanamento (RN.MI: Quotazione) ha archiviato il primo trimestre con un risultato netto negativo di 17,384 milioni dall'utile di 40,350 milioni di un anno prima e dalla perdita di 83,183 milioni di fine dicembre.

Lo comunica la società in una nota, dove scrive che il primo trimestre 2011 non risulta confrontabile con lo stesso periodo del 2010, che aveva registrato la vendita di numerosi asset immobiliari in relazione alla ristrutturazione.

Nei primi tre mesi del 2011 il fatturato è risultato in brusco calo a 18,818 milioni dai circa 360 milioni di un anno prima e dagli 847 milioni di fine dicembre.

L'indebitamento al 31 marzo ammonta a 2,237 miliardi di euro dai 2,964 miliardi di fine 2010.

La società prevede che il risultato economico 2011 sarà in linea con quello del 2010, esclusi eventi straordinari.

La nota inoltre ricorda che "a seguito del provvedimento di sequestro preventivo delle aree di Milano Santa Giulia, risultano momentaneamente sospese le attività connesse al principale progetto di sviluppo ad esclusione di quelle volte alla verifica e definizione della situazione ambientale del sito".