PUNTO 1 - Unicredit, netto trim1 sopra attese, Core Tier 1 a 9%

giovedì 12 maggio 2011 20:16
 

(aggiunge dettagli)

MILANO, 12 maggio (Reuters) - UniCredit (CRDI.MI: Quotazione) batte le attese degli analisti con il primo trimestre 2011, il migliore dal secondo trimestre 2008 in termini di utili grazie al buon andamento dei ricavi e al calo degli accantonamenti su crediti.

L'inizio dell'anno è positivo anche sotto il profilo patrimoniale con un Core Tier 1 che sale al 9,06%, incluse le azioni legate ai 'cashes', con un incremento di 49 punti base, che equivale - come spiegato dall'AD Federico Ghizzoni in conferenza stampa - ad aver fatto "un aumento di capitale di quasi 2,5 miliardi".

L'utile netto dei primi tre mesi si è attestato a 810 milioni con un incremento del 55,7% e contro un consensus - elaborato dalla banca con 21 analisti - che indicava 614 milioni.

Il margine di intermediazione ha raggiunto quota 6,928 miliardi con un incremento del 2,7%. Lo spaccato mostra interessi netti stabili a 3,884 miliardi, commissioni in lieve crescita a 2,168 miliardi (+1,5%) e un risultato del trading a 700 milioni da 560.

"Rimaniamo abbastanza positivi anche per i prossimi trimestri. Contiamo anche per il secondo trimestre di avere una buona sostenibilità di questi risultati", ha detto Ghizzoni

Le rettifiche nette su crediti sono scese a 1,5 miliardi (-16%), i costi sono rimasti stabili a 3,858 miliardi per un rapporto cost/income che scende al 55,7%.

Il costo del rischio è calato di 19 punti base a livello tendenziale (di 18 punti base a livello congiunturale), a 108 punti base.   Continua...