Wind, utile netto e operativo trim1 in rialzo, lieve calo debito

martedì 10 maggio 2011 16:11
 

MILANO, 9 maggio (Reuters) - Wind Telecomunicazioni annuncia un primo trimestre con utile netto e operativo in aumento, mentre i ricavi salgono del 4,3% a 1,351 miliardi di euro e i debiti finanziari netti sono limati al ribasso a 8,265 miliardi da 8,415 miliardi al 31 dicembre 2010.

Una nota della società, che ha recentemente aggregato le sue attività nella russa Vimpelcom VIP.N, dettaglia che l'utile netto a fine marzo arriva a 25 milioni da 3 milioni del primo trimestre 2010, e beneficia sia della buona performance operativa che dei minori interessi passivi dopo il rifinanziamento di parte della struttura di debito.

L'Ebitda aumenta del 2,8% a 497 milioni, con margine al 36,8%, e il risultato operativo avanza del 9,7% a 264 milioni. Il rapporto debito netto/Ebitda è 3,85.

Divisi per segmenti, i clienti della telefonia mobile (934 milioni di fatturato, +3,6%) sono in aumento del 7,7% a 20,3 milioni di unità, quelli della telefonia fissa voce aumentano del 7,3% a 3,1 milioni, con un più 11,9% dei clienti voce diretti. Per i clienti della banda larga la crescita è 18,5% a 2,03 milioni e 118.000 attivazioni nette trim1.

L'Arpu (average revenue per user) mobile scende a 15,4 euro (da 16,1 nel trim1 2010), quello servizi fissi si attesta a 33,6 euro (in flessione) mentre per la banda larga l'Arpu è in crescita del 4,2% a 19,3 euro. I dati, precisa la nota, sono stati approvati dal cda e "recepiscono la variazione di esposizione del perimetro del gruppo...(dopo la) cessione di alcune attività del gruppo". Le comparazioni con il 2010 sono state riclassificate per tenere conto di questi cambiamenti.