Lusso, per gruppo Zegna quasi 1 mld fatturato,rialzo ebitda 2011

giovedì 5 maggio 2011 14:54
 

MILANO, 5 maggio (Reuters) - Trainato dalle esportazioni il gruppo Ermenegildo Zegna chiude il 2010 con ricavi in rialzo del 21% (a cambi correnti) a 963 milioni di euro mentre l'Ebitda aumenta del 65% a 140 milioni, pari al 14,6% del fatturato contro il 10,7% del 2009.

Lo dice una nota del gruppo di abbigliamento maschile di lusso, il cui cda ha approvato il bilancio consolidato dell'anno che chiude con utile netto di 60 milioni.

Positivo anche il consuntivo del primo trimestre 2011 per i dati retail, che "confermano una crescita sostenuta, mediamente superiore al 20% a cambi costanti (....) nonostante il contraccolpo fatto registrare dalle vendite in Giappone" dopo lo tsunami, si legge.

In dettaglio per il 2010 si evidenza un significativo miglioramento anche rispetto al 2008 - pre crisi finanziaria - con una posizione finanziaria netta a 180 milioni quadruplicata rispetto ad allora e il fatturato cresciuto di quasi 100 milioni. L'utile è tornato ai livelli 2008.

Per quanto riguarda i mercati - le vendite sono per oltre il 90% da esportazioni - Cina, Hong Kong, Russia, Brasile, India, assieme ad alcuni altri paesi emergenti, pesano per il 40% del fatturato totale.

A fine 2010 i negozi monomarca erano 560, di cui oltre 300 di proprietà. Nel 2011 sono previste circa 20 aperture, di cui la metà in Cina, ma anche in nuove realtà come il Vietnam e il Sud Africa oltre che in India, Usa ed Europa, dice la nota.