Finmeccanica, in trim1 utile netto 7 mln (-92%), conferma target

giovedì 28 aprile 2011 17:29
 

ROMA, 28 aprile (Reuters) - Finmeccanica SIFI.MI ha ottenuto nel primo trimestre dell'anno un utile netto di 7 milioni, in regresso del 92% dai 91 milioni del primo trimestre 2010, e conferma i target che si è data per fine anno.

E' quanto si legge in una nota del gruppo al termine del cda di oggi.

Gli ordini, pari a 3,816 miliardi, sono in crescita del 2% rispetto al primo trimestre 2010, con un positivo andamento nei settori energia, aeronautica e trasporti.

Il portafoglio ordini è di 48,038 miliardi e garantisce al gruppo una copertura equivalente a circa due anni e mezzo di produzione. I ricavi sono pari a 3,855 miliardi rispetto ai 4,039 del primo trimestre 2010 (-5%). L'Ebita adjusted è di 215 milioni, rispetto ai 251 milioni del primo trimestre 2010 (-14%). Il Ros è al 5,6%.

Il free operating cash flow (Focf) è negativo per 998 milioni rispetto ai 1.106 milioni negativi al 31 marzo 2010, con un miglioramento di 108 milioni (+10%). L'indebitamento finanziario netto è di 4,051 miliardi, in aumento rispetto al valore registrato al 31 dicembre 2010. Rispetto al primo trimestre 2010 l'indebitamento è diminuito del 7%.

L'utile pari a 7 milioni, con un decremento del 92%, è dovuto - spiega la nota - alla flessione dell'Ebit (47 milioni), a sua volta dovuta alla sopracitata flessione dell'Ebita (36 milioni) e all'incremento dei costi di ristrutturazione (11 milioni), oltre al peggioramento degli oneri finanziari netti (58 milioni). I maggiori oneri finanziari netti sono sostanzialmente conseguenti all'incremento degli oneri da valutazione al fair value degli interest rate swaps (la variazione tra i periodi è pari a 56 milioni di euro).

Il gruppo conferma i target: "Ad oggi non sembrano emergere fatti non previsti che possano portare a una modifica delle previsioni di budget formulate e comunicate al mercato. Pertanto si prevedono ricavi di gruppo compresi tra i 18,3 e i 19 miliardi di euro e un Ebita adjusted compreso tra i 1.530 e i 1.600 milioni di euro. Infine si prevede che il Focf produca un avanzo di cassa tra i 400 e i 500 milioni di euro, dopo aver fatto fronte agli investimenti".

I clienti Reuters possono leggere la versione integrale del comunicato con un doppio clic su [ID:nBIA280fe].