Banche, impieghi marzo +5,97%, salgono sofferenze annue febbraio

mercoledì 20 aprile 2011 15:06
 

ROMA, 20 aprile (Reuters) - Gli impieghi complessivi delle banche italiane al settore privato hanno registrato in marzo una crescita annua del 5,97%, in calo rispetto al +6,82% di febbraio.

Continuano a crescere le sofferenze lorde toccando in febbraio i 92,243 miliardi (dai 91,084 di gennaio), mentre quelle nette scendono a 47,677 miliardi (dai 48,854 miliardi di gennaio).

Lo si legge nell'ultimo rapporto Abi di aprile.

Gli impieghi al settore privato ammontano in marzo a 1.708 miliardi di euro.

Rispetto al marzo 2010 il flusso netto di nuovi prestiti è stato di quasi 95 miliardi di euro.

SOFFERENZE FEBBRAIO IN CRESCITA A OLTRE 92 MLD

A febbraio le sofferenze lorde sono cresciute di oltre 1,1 miliardi rispetto a gennaio e di oltre 30 miliardi rispetto ai 61,468 miliardi di un anno prima.

Le sofferenze nette sono arrivate a 47,677 miliardi di euro, in calo dai 48,854 mld di gennaio e in crescita di circa 14 miliardi da febbraio 2010.

Il rapporto in relazione agli impieghi cresce ed è arrivato al 2,48%.

Nel mese di marzo il differenziale tra il tasso medio dell'attivo in euro su famiglie e società non finanziarie, pari al 3,68%, e il tasso medio della raccolta dalla stessa tipologia di clientela, pari all'1,63%, è stato sceso a 205 punti base (da 212).