PUNTO 2-Intesa, domani consigli su aumento, a punto consorzio

lunedì 4 aprile 2011 19:31
 

(aggiunge in paragrafo 12 fonte su Fondazione Mps)

MILANO, 4 aprile (Reuters) - Domani sarà il giorno più importante dell'anno per Intesa Sanpaolo (ISP.MI: Quotazione): si riuniranno i consigli di gestione e di sorveglianza per varare il nuovo business plan dell'istituto e soprattutto l'operazione di ricapitalizzazione volta all'ulteriore rafforzamento dei ratio patrimoniali della banca.

Un'operazione - che dovrebbe essere di 5 miliardi, secondo quanto dicono fonti bancarie confermando le numerose indiscrezioni stampa dei giorni scorsi - necessaria anche in vista degli stress test e alla luce dell'invito rivolto dal governatore Mario Draghi in occasione del Forex di Verona.

E' stato intanto messo a punto il consorzio di garanzia per l'operazione che vede al momento schierate dodici banche con Banca IMI e BofA Merrill (BAC.N: Quotazione) in qualità di global coordinator e joint bookrunner, riferisce una fonte vicina alla situazione.

Il consorzio dovrebbe essere composto anche da Credit Suisse CSGN.VX, Deutsche Bank (DBKGn.DE: Quotazione), Morgan Stanley (MS.N: Quotazione) e Goldman Sachs (GS.N: Quotazione) che agiranno come joint bookrunner, spiega la fonte.

Altre sei banche saranno bookrunner: la fonte indica in questo ruolo Hsbc (HSBA.L: Quotazione), BNP Paribas (BNPP.PA: Quotazione), Commerzbank (CBKG.DE: Quotazione), Citigroup (C.N: Quotazione), UniCredit (CRDI.MI: Quotazione) e Santander (SAN.MC: Quotazione).

L'elenco è suscettibile di modifiche o integrazioni dell'ultimo minuto. La partecipazione SocGen (SOGN.PA: Quotazione), indicata inizialmente dalla fonte, sarebbe da confermare.

Sul fronte dell'azionariato si registra da giorni una disponibilità di massima da parte di tutte le fondazioni, che nei giorni immediatamente seguenti l'annuncio dovrebbero riunire gli organi deliberanti per varare le proprie adesioni.

Giuseppe Guzzetti, presidente di Fondazione Cariplo, ha dichiarato giorni fa che le fondazioni sono pronte a fare la propria parte nel rafforzamento patrimoniale delle banche a fronte di piani industriali seri.   Continua...