Prada, utile netto 2010 a 250,8 mln, ebitda quasi 536 milioni

lunedì 28 marzo 2011 16:33
 

MILANO, 28 marzo (Reuters) - Il gruppo Prada ha chiuso l'anno al 31 gennaio con utile netto di 250,8 milioni di euro (in crescita del 150,4% rispetto al 2009) su ricavi netti consolidati per 2,05 miliardi, in rialzo del 31,1%.

Lo dice una nota della griffe milanese, che registra anche in Ebitda di 535,9 milioni, con un'incidenza del 26,2% sui ricavi e un incremento dell'84,7% rispetto al 2009.

L'Ebit è stato di 418,4 milioni pari al 20,4% sui ricavi e in aumento del 123,7% rispetto all'esercizio precedente.

Il gruppo, che ha generato cassa per 367,7 milioni, riduce l'indebitamento finanziario netto a 408,6 milioni dai 485,3 milioni, oltre ad aver finanziato tutto il piano di investimento finalizzato principalmente al rafforzamento della rete di negozi diretti.

Nella suddivisione dei ricavi spicca la performance del segmento retail, +44% o +22% like for like, mentre il wholesale sale del 9,4$ o 6,5% a cambi costanti.

L'area Asia Pacifico è riconfermata la più importante per il gruppo, con fatturato in rialzo del 63% o 48,7% a cambi costanti a 645,7 milioni.

"Il gruppo si presenta con una struttura industriale e distributiva forte, pronto a cogliere le migliori opportunità offerte da tutti i mercati" dice nella nota l'AD Patrizio Bertelli che definisce i risultati 2010 "mai ottenuti prima nella storia di Prada" ma non anticipa previsioni.