March 24, 2011 / 2:15 PM / 6 years ago

PUNTO 1 - Bpm, aumento non in Cda martedì, ma si discute -fonti

4 IN. DI LETTURA

(Aggiunge altri dettagli, background, commento analisti, andamento titolo)

MILANO, 24 marzo (Reuters) - Il tema aumento di capitale non è all'ordine del giorno del consiglio di Pop Milano PMII.MI di martedì prossimo, ma la questione è materia di discussioni informali all'interno degli organi dell'istituto.

Lo riferisce una fonte vicina al Cda dopo che indiscrezioni stampa parlano di una possibile ricapitalizzazione da 600 milioni di euro, ipotesi che pesano sull'andamento del titolo in borsa.

Poco prima delle 15,00 il titolo della banca cede il 4,18% a 2,842 euro dopo avre toccato un minimo di 2,816 euro. Scambi intensi con volumi quasi 2,5 volte la media di un'intera seduta.

"Un aumento di capitale non è all'ordine del giorno" del consiglio di ammistrazione di martedì prossimo, dice la fonte vicina al board.

"Da poco tempo si sta discutendo in maniera informale sulla questione che deve essere approfondita", aggiunge specificando che l'ipotesi di una ricapitalizzazione non è stata finora mai formalizzata nè in sede di comitato esecutivo nè in sede di Cda.

"Non è possibile al momento fare delle previsioni su come il presidente Ponzellini intende gestire i tempi della questione", ha inoltre precisato.

Una seconda fonte vicina alla situazione sottolinea tuttavia che un aumento di capitale "non è l'unica opzione percorribile" per rafforzare il patrimonio della banca e che comunque non è detto che l'istituto abbia bisogno di una ricapitalizzazione quest'anno, come aveva già detto lo stesso Ponzellini lo scorso mese.

In merito alle indiscrezioni stampa l'istituto di Piazza Meda ha diffuso stamani un comunicato in cui dichiara che non è stata presa nessuna decisione nè ha affidato mandati su un eventuale aumento di capitale.

Oltre ad approvare i conti al consiglio del 29 marzo ci sarà anche un esame della situazione patrimoniale, ha detto ieri Ponzellini.

"Non ci stupiscono le indiscrezioni su un possibile aumento di capitale per rafforzare il patrimonio di BPM perchè riteniamo che BPM potrebbe fare fatica a rimborsare i Tremonti Bond solo con il capitale organico entro il 2012 e raggiungere un Core Tier 1 dell'8%", si legge un report di Mediobanca

"Calcoliamo che un'iniezione di capitale di 0,6 miliardi e la conversione del mandatory convertible da 0,4 miliardi porterebbe il Core Tier 1 di BPM all'8,4% nel 2011 su base proforma", aggiunge.

Nel quarto trimestre 2009 Pop Milano ha emesso i cosiddetti 'Tremonti bond0 per 500 milioni di euro

A fine settembre il Core Tier 1 del gruppo si attestava al 7,4% e il Tier 1 all'8,2%.

Oltre alla situazione patrimoniale e ad eventuali interventi su capitale, sono diversi i nodi da sciogliere per la popolare milanese. Tra queste spicca la questione relativa al direttore generale, Fiorenzo Dalu, contestato da alcune sigle sindacali interne che spingerebbero per una sua sostituzione. Inoltre vi è il progetto di razionalizzazione del gruppo che prevederebbe l'acquisto delle minorities e l'incorporazione delle controllate CR Alessandria e Banca di Legnano. Progetto osteggiato ad alcuni sindacati e tra i motivi della contrapposizione con l'attuale direttore generale.

Secondo quanto ha detto la fonte vicina al Cda, l'occasione per discutere di tutti questi temi sarà un incontro informale tra i consiglieri fissato il giorno prima del Cda, lunedì prossimo.

Andrea Mandalà

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below