Biancamano conferma target 2011, vede concentrazione mercato -AD

mercoledì 23 marzo 2011 16:17
 

MILANO, 23 marzo (Reuters) - Biancamano (BIAN.MI: Quotazione) ritiene di poter sostanzialmente confermare i target 2011 contenuti nel piano triennale al 2012.

E' quanto ha anticipato l'amministratore delegato Massimo Delbecchi, parlando a margine della presentazione alla Star Conference di Borsa Italiana.

"Reputo di poterli sostanzialmente confermare", ha detto l'AD della società attiva nel waste management. Il piano prevede per quest'anno ricavi pari a 285 milioni e un Ebitda di 38,4 milioni (margine del 13,49%).

Biancamano ha archiviato il 2010 con ricavi pari a 265 milioni e un Ebitda di 29,5 milioni (margine dell'11,1%).

Nel corso della presentazione, l'AD ha sottolineato l'impatto potenziale della liberalizzazione dei servizi pubblici locali, che sarà operativa dall'inizio del 2012, ovvero "una concentrazione del mercato, un rafforzamento degli operatori di grandi dimensioni".

Rispondendo alla domanda se "concentrazione del mercato" si tradurrà in acquisizioni da parte di Biancamano, Delbecchi ha precisato che "la nostra linea guida è la crescita organica". Se, però, "capita un operatore che ha requisiti che garantiscono valore aggiunto, guarderemo".

L'AD ha detto di attendere che l'Italia recepisca quanto prima (ha due anni per farlo) la direttiva europea sui pagamenti, che attribuisce un massimo di sessanta giorni alla pubblica amministrazione per pagare i fornitori. Nel frattempo, Biancamano prosegue nella politica della cessione di crediti pro-soluto, a cui ha fatto ricorso per 150 milioni nel 2010. "E' un'opportunità", ha spiegato Del Becchi, "dato che mediamente ci costa il 2% del valore facciale".

(Massimo Gaia)