March 22, 2011 / 2:17 PM / 6 years ago

PUNTO 2 - Milano Ass, quasi 669 mln rosso 2010, premi stabili

3 IN. DI LETTURA

(aggiunge dettagli da nota, aggiorna andamento titolo)

MILANO, 22 marzo (Reuters) - Milano Assicurazioni ADMI.MI, controllata da Fonsai FOSA.MI del gruppo Ligresti, chiude i conti consolidati con un pesante rosso di 668,7 milioni di euro (da -140 milioni a fine 2009), su una raccolta premi consolidata definita "sostanzialmente" stabile a oltre 3,63 miliardi, di cui 3,1 miliardi nei rami Danni e 528 milioni nel Vita.

Anche la capogruppo ha una perdita netta a 512,7 milioni da 13,3 milioni di utile l'anno precedente. Lo dice una nota.

Il titolo, negativo dall'apertura, si è portato ai minimi del 2011 e viaggia poco prima delle 16 a 1,06 euro cedendo oltre 10% con volumi già pari a 2 volte e mezza la media.

Il combined ratio operativo consolidato si attesta a 111,8% da 106,1 a fronte di un combined ratio consolidato a 114,8% da 108,9%. Nei soli rami danni si assiste a un peggioramento dei costi e del rapporto sinistri/premi (in particolare in alcuni rami) che fa salire il combined ratio a 111,8%.

Il conto tecnico dei Danni è in perdita consolidata pretasse di quasi 731 milioni (-201 nel 2009), sia per mancanza di utili da investimenti sia per un rafforzamento delle riserve sinistri (per il ramo Responsabilità civile) legato a modifiche nei risarcimenti.

"Per fronteggiare la situazione si stanno mettendo in atto incisivi interventi di natura tecnica, gestionale e commerciale i cui primi positivi effetti" si mostrano "già nella prima parte dell'esercizio 2011" si legge.

Nel comparto Vita la perdita consolidata pretasse è sotto il milione contro 51,9 milioni di utile 2009, la causa del peggioramento è legata a impairment su strumenti finanziari.

Nella gestione patrimoniale e finanziaria si rilevano impairment su strumenti finanziari per 380 milioni (57,2 nel 2009). Tra questi - oltre a quelli già noti sulla partecipazione in Fonsai - altri 212,4 milioni di cui 93,7 relativi a una quota in Generali (GASI.MI) e 89 milioni su Unicredit (CRDI.MI).

Il patrimonio netto di gruppo scende a 1,303 miliardi da 1,882 miliardi del 2009, il reserve ratio consolidato raggiunge 170,5% da 163,1%.

Il margine di solvibilità consolidato è sceso a 155,3% da 188,9% di fine 2009.

Per i prossimi mesi, dice una nota del gruppo, gli obiettivi strategici includono il miglioramento degli indici di solvibilità, il recupero di redditività nella gestione assicurativa, la valorizzazione del patrimonio immobiliare, la ristrutturazione delle attività diversificate e il contenimento dei costi di funzionamento.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below