Bulgari, 2010 in utile per 38 mln, propone cedola 0,12 euro

venerdì 11 marzo 2011 17:47
 

MILANO, 11 marzo (Reuters) - Bulgari BULG.MI proporrà un dividendo sull'esercizio 2010 pari a 0,12 euro, più che raddoppiato rispetto a quello di 0,05 euro dello scorso esercizio, mediante la distribuzione dell'utile e con l'utilizzo di parte delle riserve preesistenti.

Il gruppo, che lunedì ha annunciato un'operazione in base alla quale la famiglia Bulgari cederà le sue partecipazioni alla francese Lvmh (LVMH.PA: Quotazione), chiude il 2010 con un utile netto di 38 milioni di euro rispetto alla perdita di 47,1 milioni del 2009, si legge in una nota.

"La generale ripresa dei mercati e l'ottimo andamento delle vendite nei mesi di gennaio e febbraio - che hanno registrato una crescita del 25% a cambi comparabili rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente - mi inducono a un cauto ottimismo e rappresentano una buona premessa per i prossimi mesi", commenta nel comunicato l'AD Franceso Trapani, ribadendo che l'alleanza con Lvmh "consentirà a Bulgari di rafforzarsi e di proseguire il suo sviluppo a lungo termine su scala mondiale grazie a nuove sinergie".

Tornando al 2010, l'utile operativo è pari a 85,3 milioni contro un rosso di 19,8 milioni, l'Ebitda sale del 196% a 154,9 milioni.

Le stime raccolte da Thomson Reuters IBES indicavano Ebit a 90,13 milioni, Ebitda a 158,87 milioni e utile netto a 51,78 milioni. Il dividendo era atteso in media a 0,09 euro per azione.

Il fatturato, come già annunciato a fine gennaio, si è attestato a 1.069 milioni (+15,4% a cambi correnti e +8,3% a cambi comparabili).

Per leggere il testo integrale del comunicato diffuso dalla società i clienti Reuters possono cliccare su []