9 marzo 2011 / 14:19 / 6 anni fa

Bper, target 2011 Core Tier1 a 8%, ok anche con Basilea 3 - AD

MILANO, 9 marzo (Reuters) - Pop Emilia Romagna (EMII.MI) punta a raggiungere un core Tier 1 di circa l'8% nel 2011 e sarà in grado di soddisfare i requisiti patrimoniali previsti da Basilea 3 senza ricorrere ad operazioni di aumento di capitale.

La ha detto l'AD dell'istituto, Fabrizio Viola, nel corso della conference call per la presentazione agli analisti dei risultati 2010.

"In base a simulazioni interne effettuate sull'applicazione delle regole di Basilea 3 e considerando una redditività e crescita degli asset normalizzati siamo in grado di rispettare i paletti introdotti da Basilea 3 senza ricorrere a nuove iniezioni di capitale se non quelle relative agli strumenti già emessi", ha detto Viola.

Bper ha chiuso il 2010 con un Core Tier 1 del 6,81% rispetto al 7% del 2009, includendo le nuove regole di vigilanza prudenziale in materia di garanzie immobiliari e rating esterni.

Considerarando tuttavia principalmente l'impatto della possibile futura conversione del bond 'Bper 4% 2010-2015' subordinato convertibile in azione, stimabile complessivamente in circa 50 pb, e le riserve di valutazione di attività materiali che se computate a Core Tier 1 equivalgono circa a 44 pb, il Core Tier a fine 2011 dovrebbe raggiungere un livello di circa l'8%, ha spiegato Viola.

Per l'Ad nessuna decisione è stata ancora presa sulla conversione anticipata del bond e nessuna pressione è arrivata in questo senso da parte dell'autorità di vigilanza ma, "se le condizioni di mercato rimarranno quelle attuali, ho buone ragione di pensare che la possibilità di un riscatto anticipato sia abbastanza elevata".

A questo riguardo Viola ha ricordato che ieri il Cda ha deliberato di sottoporre all'assemblea straordinaria dei soci l'approvazione di una delega per emettere circa 4,8 milioni di nuove azioni al servizio dell'eventuale esercizio del diritti di opzione di riscatto anticipato.

"Questo ci consentirà, nel momento in cui dovessimo decidere il riscatto anticipato, di avere un numero di azioni maggiori e quindi di procedre al rimborso anticipato a condizioni più allineate a quelle di mercato".

Pop Emilia Romagna proporrà ai soci la distribzione di un dividendo sull'esericizio 2010 di 0,18 euro, in rialzo dai 0,15 euro dell'anno precedente.

All'analista che ricordava il recente invito del governatore di Bankitalia, Mario Draghi, ad adottare politiche prudenti sui dividendi, Viola ha risposto di tenere conto del basso livello di payout e di rendimento.

"Basta guardare la storia di Bper per vedere che, anche in periodi molto ricchi, la banca ha sempre avuto un atteggiamento di grande prudenza sotto il profilo della distribuzione dei dividendi, e posso garantire che questa prudenza continuerà anche in futuro", ha detto Viola.

"Questo è uno di quei elementi che mi fa guardare con serenità alla patrimonializzazione", ha concluso.

(Andrea Mandalà)

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below