Alitalia, target invariati, nessuna idea revisione - Colaninno

mercoledì 9 marzo 2011 13:35
 

PONTEDERA, 9 marzo (Reuters) - Non c'è alcuna intenzione di rivedere gli obiettivi di Alitalia. I target restano immutati.

Lo ha detto il presidente della compagnia Roberto Colaninno a margine della presentazione del nuovo centro ricambi Piaggio, rispondendo ai giornalisti che chiedevano se l'andamento del prezzo del petrolio potesse condurre Alitalia ad una revisione degli obiettivi.

"Nessuna idea di revisione degli obiettivi, che restano gli stessi", ha dichiarato.

Sempre riguardo l'andamento dei prezzi dei carburanti, a proposito di Piaggio (PIA.MI: Quotazione), Colaninno ha detto "speriamo che il petrolio riesca ad arrivare a prezzi che garantiscano lo sviluppo che era cominciato. Per le due ruote stiamo pensando a motori che consumino sempre meno: il costo della benzina per le due ruote è abbastanza marginale, anche se sempre importante, anzi potrebbe migliorare la domanda di un prodotto che consuma di meno".

L'imprenditore mantovano ha ribadito che Piaggio non è in vendita. "Ci sono alcuni fondi che hanno superato la soglia del 2% e abbiamo assisito a questo con molto piacere. A noi va bene così, proseguire su questa strada". A proposito del bilancio 2010, chiuso con un utile netto in lieve flessione rispetto all'anno precedente, Colaninno ha ricordato che questo è dovuto alla pressione fiscale che "aumenta in tutto il mondo e i futuri bilanci ne risentiranno.

"Non ci sono più aree con elementi di facilità, i consumatori sono molto attenti al prezzo e alla qualità, sia a Calcutta che a Torino. La redditività diventa un consolidamento. Bisogna portare la produttività al meglio del gruppo, al livello di quella indiana e vietnamita. Non c'è soluzione: le rendite sono finite e non ci regala niente nessuno".

(via redazione Milano, Reuters messaging: claudia.delillo.reuters.com@reuters.net, +39 02 66129567, reutersitaly@thomsonreuters.com)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters italia