CONTI 2010 -L'Espresso, redditività in aumento, attese su cedola

venerdì 4 marzo 2011 12:43
 

MILANO, 4 marzo (Reuters) - L'Espresso (ESPI.MI: Quotazione) dovrebbe chiudere il 2010 con ricavi stabili e margini e risultato netto in decisa crescita, grazie agli effetti della riduzione dei costi avviata dal 2009; per questo il gruppo potrebbe tornare a distribuire un dividendo dopo che i magri utili dell'anno precedente erano stati destinati a riserva.

Sono queste le attese del mercato, che secondo le stime Thomson Reuters I/B/E/S prevede ricavi per 882,84 milioni di euro (media su 14 stime), in calo dello 0,4%, Ebitda a 151,22 milioni (+41%) e utile netto a 52,19 milioni dai 5,8 milioni registrati un anno prima.

"Il miglioramento atteso a livello operativo unito alla solida struttura finanziaria potrebbe aprire la strada al ritorno del dividendo", dice un analista di una importante banca italiana.

In media è attesa una cedola di 0,07 euro all'interno di una forchetta che va da zero a 10 centesimi. L'indebitamento netto è visto in calo a 145,72 milioni da 208,2 milioni.

Per quanto riguarda i ricavi, gli analisti si attendono anche per il quarto trimestre un calo da diffusione e add-on (i prodotti venduti insieme a quotidiani e periodici) e una prosecuzione della ripresa della raccolta pubblicitaria.

L'Espresso annuncerà i risultati il prossimo 8 marzo.

(Claudia Cristoferi)