Parmalat, da cessioni asset vista plusvalenza 100 mln - Cfo

giovedì 3 marzo 2011 15:42
 

MILANO, 3 marzo (Reuters) - Dalle dismissioni di asset in un arco che va dal 2011 al 2013/15, Parmalat (PLT.MI: Quotazione) stima un valore in termini di cassa di circa 200 milioni di euro, con una plusvalenza di oltre 100 milioni.

Lo ha detto il Cfo Pierluigi De Angelis illustrando agli analisti i risultati 2010.

In media "in termini di cassa valgono circa 200 milioni di euro, con una plusvalenza che supera i 100 milioni", ha detto De Angelis.

In una slide di presentazione dei risultati diffusa ieri, il gruppo alimentare aveva spiegato che, in linea con l'implementazione del piano strategico, gli azionisti saranno remunerati anche attraverso un'attiva gestione degli asset non strategici, con un impatto positivo su Ebit, utile netto e cash flow.

In particolare, in riferimento alla gestione di asset non strategici, la slide citava le gestione di partecipazioni, disinvestimenti di asset non industriali nell'ambito del patrimonio immobiliare e gestione del portafoglio prodotti.

(Sabina Suzzi)