Juventus, semestre in rosso per 39,5 mln da +14,2

lunedì 28 febbraio 2011 13:25
 

TORINO, 28 febbraio (Reuters) - Ricavi in calo e costi in salita spingono i conti della Juventus (JUVE.MI: Quotazione), che fa capo a Exor (EXOR.MI: Quotazione), in campo negativo. Il semestre luglio-dicembre 2010 si è chiuso con una perdita netta di 39,5 milioni, che si confronta con l'utile netto di 14,2 milioni nello stesso periodo dell'esercizio precedente, dice una nota della società bianconera.

I ricavi del periodo sono in calo del 29% a 88,8 milioni (da 125 milioni), mentre i costi operativi crescono del 16,8% a 100,1 milioni (da 85,7).

Il risultato operativo semestrale registra quindi una perdita di 37,7 milioni, da un utile di 25 milioni.

Peggiora anche la posizione finanziaria netta, che si attesta al dato negativo di 56,8 milioni, dal saldo positivo di 6,4 milioni del 30 giugno 2010.

Il patrimonio netto scende a 51,1 milioni, da 90,3 milioni del 30 giugno scorso.

Per l'intero esercizio si prevede "una perdita significativa", ma la società "ritiene comunque di avere le risorse necessarie per far fronte al negativo andamento dell'esercizio in corso", dice la nota.

Per la lettura del testo integrale [nBIA280da]

(Gianni Montani)

(via redazione Milano, +39 011 19503351, milan.newsroom@news.reuters.com))