Banche, impieghi dicembre +5,53%,sofferenze oltre 77,7 mld - Abi

mercoledì 23 febbraio 2011 15:55
 

ROMA, 23 febbraio (Reuters) - Gli impieghi complessivi delle banche italiane al settore privato nel gennaio del 2011 sono cresciuti su base annua del 5,53% dopo essere saliti nel dicembre del 2010 del 4,25% (dato rivisto da 3,61%).

Le sofferenze bancarie lorde hanno continuato a crescere superando a dicembre, i 77,753 miliardi di euro.

Lo si legge nell'ultimo rapporto Abi di febbraio.

Gli impieghi al settore privato ammontano in dicembre a 1,690 miliardi di euro. Rispetto a gennaio 2010 il flusso netto di nuovi prestiti è stato di circa 96,6 miliardi di euro.

In particolare il rapporto sottolinea che "la dinamica dei prestiti bancari ha manifestato, nel primo mese del 2011 un'accelerazione; i prestiti a famiglie e società non finanziarie sono risultati pari a 1.468,5 miliardi di euro, in crescita tendenziale del +4,3%9 (+3,8% a novembre 2010), tornado sui livelli di fine 2008".

A dicembre 2010 le sofferenze lorde sono risultate pari a circa 77,8 miliardi di euro, oltre 2 miliardi in più rispetto a novembre 2010 e 18,6 miliardi in più rispetto a dicembre 20092.

La variazione annua è stata del 31,6% mentre a dicembre 2009 il tasso di crescita era 43,1%.

Il rapporto in relazione agli impieghi continua però a crescere ed è arrivato adicembre al 2,46%.

Nel mese di gennaio il differenziale tra il tasso medio dell'attivo in euro su famiglie e società non finanziarie, pari al 3,77%, e il tasso medio della raccolta dalla stessa tipologia di clientela, pari all'1,53%, è stato pari a 224 punti base (222 a dicembre 2010), in aumento dai 208 punti base a gennaio del 2010.