D'Amico, sale perdita in 2010, cauto ottimismo su 2011

martedì 22 febbraio 2011 12:30
 

MILANO, 22 febbraio (Reuters) - D'Amico International Shipping (B7C.MI: Quotazione) ha chiuso il 2010 con una perdita netta di 20,5 milioni di dollari, in peggioramento rispetto al rosso di 13,4 milioni dell'anno precedente, e un Ebitda positivo per 30,4 milioni di dollari, in lieve calo rispetto ai 30,8 milioni del 2009.

I ricavi Tce (time charter equivalent), si legge in un comunicato della società attiva nei trasporti marittimi, sono saliti del 7%, a 199,3 milioni di dollari.

Marco Fiori, amministratore delegato di D'Amico, dichiara che "una significativa quota di ricavi del 2011 è già garantita grazie ai contratti a tariffa fissa, la cui incidenza sul totale del fatturato netto dell'anno in corso è prevista del 45%, invariata rispetto all'esercizio precedente. Tali contratti... sono stati conclusi a tariffe di noleggio tali da rafforzare la generazione di cassa".

Fiori aggiunge che i primi mesi del 2011 invitano ad una "visione prudente" e si dice maggiormente ottimista per i periodi successivi.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su [ID:nBIA22d2d]