Edf, Ebitda 2010 sale del 4,4%, vede ancora crescita in 2011

martedì 15 febbraio 2011 08:49
 

PARIGI, 15 febbraio (Reuters) - Edf (EDF.PA: Quotazione) ha archiviato il 2010 con una crescita del 4,4% dell'Ebitda, sostenuta da un aumento della produzione nucleare e idroenergetica in Francia, e ha annunciato l'obiettivo di un ulteriore incremento del 4-6% per quest'anno.

Il gruppo ha spiegato tuttavia che la previsione si basa su un prezzo dell'energia nucleare che l'ex monopolista deve cedere ai suoi concorrenti fissato a 42 euro per megawatt/ora (MWh) nel quadro della riforma del mercato francese dell'elettricità.

Questo prezzo, che le concorrenti di Edf chiedono sia solamente intorno ai 35 euro/MWh, dovrà essere fissato dal governo nel primo semestre.

L'Ebitda 2010 della utility si è attestato a 16,62 miliardi di euro da 15,93 miliardi del 2009 e rispetto ai 16,45 miliardi attesi secondo un sondaggio Reuters, nonostante la domanda di elettricità e gas non sia ancora tornata ai livelli pre-crisi.

L'utile netto però si è ridotto del 74% a 1 miliardo di euro dopo accantonamenti di 2,9 miliardi relativi a quello che Edf ha descritto come un deterioramento delle condizioni del mercato internazionale elettrico e del gas, di cui 1,04 miliardi negli Stati Uniti e 915 milioni in Italia.