PUNTO 1 - Terna, Ebitda 2010 preliminare stimato 1,2 mld (+17%)

lunedì 14 febbraio 2011 11:55
 

(aggiunge altri dettagli e andamento borsa)

ROMA, 14 febbraio (Reuters) - Terna (TRN.MI: Quotazione) stima di aver realizzato nel 2010 un Ebitda di circa 1,2 miliardi di euro con un miglioramento del 17% sul 2009, secondo i dati preliminari.

Una nota del gestore della rete di trasmissione elettrica nazionale rende noto che 5 miliardi saranno investiti nel periodo 2011-2015 e che fino a un ulteriore miliardo sarà investito in attività non core.

Terna conferma una politica del dividendo che prevede una crescita annua del 4% più l'integrazione derivante dall'eventuale vendita di attività non tradizionali. La società, inoltre, si aspetta di migliorare la propria reddittività al 78% nel 2015 dal 74%.

I risultati del 2010 sono i più alti dall'Ipo del giugno 2004 malgrado siano stati ottenuti in una congiuntura economica poco favorevole.

I ricavi consolidati sono stati superiori a 1,580 miliardi di euro, in aumento del 14% rispetto al 2009. La crescita dei ricavi, spiega la nota, "riflette le dinamiche tariffarie, i risultati della controllata Telat sui 12 mesi e la valorizzazione degli incentivi legati alla riduzione dei volumi approvvigionati sul Mercato dei Servizi di Dispacciamento". Per quello che riguarda il dettaglio del nuovo piano triennale, la società dice che "gli investimenti di sviluppo, per cui è prevista una remunerazione incentivata, rappresentano circa l'82% del totale e aumentano da 3,3 miliardi di euro a 4 miliardi di euro. L'accelerazione degli investimenti si riflette sul capitale investito regolatorio (Regulated Asset Base, o RAB) che passa da 9 miliardi di euro a 12,4 miliardi di euro di fine piano, con un incremento medio annuo del 6,6%".

Sul versante patrimoniale la società spiega che l'indebitameno netto a fine 2010 è inferiore al 60% del capitale investito regolamentato.

"L'assorbimento di cassa generato dal piano di investimenti e dalla politica dei dividendi porterà ad un aumento del debito netto di 2,6 miliardi di euro alla fine del Piano, inferiore a quanto previsto nel precedente Piano industriale", aggiunge Terna.

Alle 11,35 le azioni Terna quotano 3,3550 euro con un rialzo dello 0,6%.