30 agosto 2011 / 16:19 / 6 anni fa

PUNTO 1-Fondiaria-Sai conferma target 2011, titolo vola in borsa

(accorpa pezzi, aggiunge dichiarazioni Erbetta, Peluso e background)

MILANO, 30 agosto (Reuters) - Fondiaria-Sai FOSA.MI conferma i target per il 2011, salvo ulteriori turbolenze di mercato, e vola in borsa.

"Ci sentiamo di confermare gli obiettivi industriali che abbiamo previsto nel budget 2011", ha infatti dichiarato l'AD Emanuele Erbetta nella conference call sulla semestrale.

Il budget 2011 prevede un utile netto di oltre 50 milioni di euro e premi per 12,5 miliardi, di cui 7,2 miliardi nei Danni e 5,3 miliardi nel Vita.

Il manager ha anche anticipato che per la fine dell'anno, o comunque entro l'inizio del 2012, sarà pronto un piano industriale triennale.

Il titolo - con volumi nella norma - ha chiuso in rialzo del 4,31% a 1,477 euro ma è salito fino a +7,7% dopo l'annuncio della conferma dei target 2011. Lo stoxx europeo del settore .SXIP è salito dell'1,69%.

Tonico sin dalle prime battute, secondo l'interpretazione di un trader, Fonsai ha accelerato dopo che dalle slide di presentazione dei risultati semestrali è emersa la conferma dei target per l'anno in corso. Un altro operatore, però, sottolinea che il "gruppo ha una capitalizzazione molto bassa e gli acquisti sono probabilmente legati alla bassa valutazione del titolo".

Ieri la compagnia ha annunciato i conti del semestre che mostrano una perdita netta di 61,9 milioni, in netto miglioramento dal rosso di 144,8 milioni di un anno prima. Per dettagli cliccare [ID:nLDE77S0L5]

La raccolta premi totale è scesa del 16,1% a 6,217 miliardi, con una flessione del 31% per il Vita e dell'1,2% per i Danni.

Il Solvency I ratio è passato al 100,3% dal 97,4% di fine 2010. Il dato non include l'impatto positivo dell'aumento di capitale da 450 milioni pari a 26 punti percentuali. Aggiornato al 4 agosto, data in cui i mercati finanziari hanno registrato un picco negativo, il Solvency I ratio si attestava al 112%.

In realtà gli analisti non hanno espresso giudizi positivi sulla semestrale. In un report diffuso ieri sera Deutsche Bank giudica i risultati "peggiori delle attese". Il motivo - si legge nel report - è da ricercare soprattutto negli impairment (78 milioni sugli strumenti finanziari disponibili per la vendita di cui 33,8 milioni per i titoli di stato greci), nel rafforzamento delle riserve non Vita e del contributo negativo delle attività non core.

Per ciò che riguarda il fronte dismissioni, il DG Piergiorgio Peluso ha spiegato che a oggi non c'è nessuna discussione per il porto di Loano. "Abbiamo completato i lavori e ora è operativo. Abbiamo identificato un nuovo management e il nostro obiettivo è arrivare a una redditività normalizzata nell'arco dei prossimi mesi", ha detto Peluso.

"Una volta che avremo il porto a regime, andremo a valorizzare questo asset che oggi pesa sul bilancio per 160 milioni di euro", ha aggiunto.

Gianluca Semeraro

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below