Assicurazioni, Solvency II potrebbe costare più di 3 mld euro

venerdì 4 febbraio 2011 13:21
 

LONDRA/FRANCOFORTE, 4 febbraio (Reuters) - La mancanza di personale specializzato e gli elevati costi informatici costringeranno le compagnie assicurative europee a spendere di più per prepararsi alle regole patrimoniali di Solvency II.

Secondo Paul Clarke, esperto contabile di Solvency II di PwC, a meno di due anni dall'entrata in vigore delle nuove regole, il costo di implementazione potrebbe superare i 3 miliardi di euro stimati dalla Commissione Ue.

Le multinazionali britanniche hanno già accantonato 100 milioni di sterline per Solvency II, mentre un big dell'Europa Continentale ha messo da parte 300 milioni di euro, secondo Clarke.

"Se mettiamo tutto insieme il numero pubblicato dalla Commissione Ue è seriamente a rischio", spiega. "Un certo numero di organizzazioni sta valutando con attenzione i costi dei propri programmi. Sono sempre meno a proprio agio con i livelli di spesa e stanno pensando di tagliarli".

Proprio l'elevato costo di Solvency II sta creando resistenze alle nuove regole e molte compagnie temono che saranno alzati in maniera eccessiva i requisiti patrimoniali.

"I costi saranno significativi per noi", ha dichiarato a Reuters Joerg Schneider, Cfo di Munich Re (MUVGn.DE: Quotazione). "I requisiti di informativa previsti sono troppo estesi in termini di dettagli richiesti e frequenza. Munich Re sta quindi spingendo per una semplificazione degli standard".

Una parte dei costi addizionali deriva dalla carenza di adeguato staff attuariale, cosa che obbliga le compagnie a pagare il 20% in più del normale per attrarre e tenere le competenze per il progetto, secondo David Carr, direttore della società di ricerca del personale Hays per il settore assicurativo.

"Abbiamo visto una domanda massiccia di attuari per Solvency II, ben superiore al numero di persone che hanno una qualifica adeguata", spiega aggiungendo che un cliente britannico ha richiesto 80 attuari per lavorare su Solvency II.

Come riferito da un portavoce di Standard Life (SL.L: Quotazione), la compagnia è preoccupata per i costi "molto elevati" per il settore derivanti dall'implementazione di Solvency II.

Prudential (PRU.L: Quotazione) ha speso 22 milioni di sterline nella prima metà del 2010 per adottare le nuove regole. I Lloyd's di Londra si aspettano di spendere fino a 300 milioni.