SINTESI - Fiat debole dopo risultati, cautela su Ipo Ferrari

giovedì 27 gennaio 2011 18:10
 

di Stefano Rebaudo

MILANO, 27 gennaio (Reuters) - Fiat FIA.MI ha realizzato nel quarto trimestre risultati contrastati rispetto alle previsioni, con i titoli post spinoff che chiudono entrambi in ribasso, ribadisce che il gruppo è aperto a ipotesi di fusione o acquisizione, ma raffredda le attese su un'Ipo Ferrari.

"Fiat Industrial FI.MI è sotto per colpa di Cnh CNH.N, sono venuti a mancare 100 milioni di operativo rispetto alle mie aspettative", dice un analista. "I dati di Fiat mi sembrano abbastanza in linea". Fiat Spa chiude in borsa in calo dell'1% a 7,315 euro, Fiat Industrial segna -4,5% a 10,18 euro in un mercato in denaro.

Per JPMorgan i risultati sono in linea, mentre le previsioni sono sotto il consensus.

Il gruppo ha chiuso con trading profit a 615 milioni, poco sopra le attese degli analisti, e ricavi a 15.017 milioni. Fiat Spa e Fiat Industrial confermano gli obiettivi indicati nel piano 2010-2014.

Il debito industriale netto di gruppo si attesta a 2,4 miliardi, la liquidità a 15,9 miliardi. Utile del trimestre di gruppo a 318 milioni.

La mediana delle stime di consensus elaborate da Fiat e distribuite agli analisti, indicava trading profit di gruppo a 580 milioni e debito netto industriale a 3,9 miliardi.

L'auto (Fiat Group Automobiles, che non include Ferrari e Maserati) ha realizzato trading profit di 139 milioni e ricavi a 7.120 milioni. Trading profit Ferrari a 111 milioni.

Nel 2010 la Fiat Spa post scissione avrebbe chiuso con ricavi a 35,9 miliardi in rialzo del 9,8% e utile della gestione ordinaria a 1,1 miliardi, 763 milioni più del 2009. Fiat Industrial con ricavi a 21,3 miliardi, in rialzo del 18,8%, e trading profit a 1,1 miliardi da 322 milioni.   Continua...