January 27, 2011 / 5:14 PM / 6 years ago

SINTESI - Fiat debole dopo risultati, cautela su Ipo Ferrari

5 IN. DI LETTURA

di Stefano Rebaudo

MILANO, 27 gennaio (Reuters) - Fiat FIA.MI ha realizzato nel quarto trimestre risultati contrastati rispetto alle previsioni, con i titoli post spinoff che chiudono entrambi in ribasso, ribadisce che il gruppo è aperto a ipotesi di fusione o acquisizione, ma raffredda le attese su un'Ipo Ferrari.

"Fiat Industrial FI.MI è sotto per colpa di Cnh CNH.N, sono venuti a mancare 100 milioni di operativo rispetto alle mie aspettative", dice un analista. "I dati di Fiat mi sembrano abbastanza in linea". Fiat Spa chiude in borsa in calo dell'1% a 7,315 euro, Fiat Industrial segna -4,5% a 10,18 euro in un mercato in denaro.

Per JPMorgan i risultati sono in linea, mentre le previsioni sono sotto il consensus.

Il gruppo ha chiuso con trading profit a 615 milioni, poco sopra le attese degli analisti, e ricavi a 15.017 milioni. Fiat Spa e Fiat Industrial confermano gli obiettivi indicati nel piano 2010-2014.

Il debito industriale netto di gruppo si attesta a 2,4 miliardi, la liquidità a 15,9 miliardi. Utile del trimestre di gruppo a 318 milioni.

La mediana delle stime di consensus elaborate da Fiat e distribuite agli analisti, indicava trading profit di gruppo a 580 milioni e debito netto industriale a 3,9 miliardi.

L'auto (Fiat Group Automobiles, che non include Ferrari e Maserati) ha realizzato trading profit di 139 milioni e ricavi a 7.120 milioni. Trading profit Ferrari a 111 milioni.

Nel 2010 la Fiat Spa post scissione avrebbe chiuso con ricavi a 35,9 miliardi in rialzo del 9,8% e utile della gestione ordinaria a 1,1 miliardi, 763 milioni più del 2009. Fiat Industrial con ricavi a 21,3 miliardi, in rialzo del 18,8%, e trading profit a 1,1 miliardi da 322 milioni.

Il gruppo intende proporre un dividendo totale di 152 milioni per le diverse categorie di azioni. Prevede 9 cent per le ordinarie, 31 cent per le privilegiate e per le risparmio.

Per il 2011 è attesa cedola invariata, con un pagamento atteso del 25% dell'utile consolidato sia per Fiat sia per Fiat Industrial, con un minimo di 50 milioni di euro per la prima e di 100 milioni di euro per la seconda.

FIAT APERTA SU FRONTE M&A, CAUTELA SU FERRARI

Il gruppo Fiat non vuole delimitare le possibilità in termini di m&a, ma raffredda gli entusiasmi sull'ipotesi di un'Ipo Ferrari.

"Non possiamo delimitare le ipotesi in termini di m&a", ha detto l'AD Sergio Marchionne nella call per la presentazione dei risultati. "Penso che la cosa migliore sia rimanere aperti a tutte le ipotesi, a tutto quello che può portare benefici".

"Sulla storia Ferrari si è esagerato", ha aggiunto. "E' un marchio unico, di grande valore per il gruppo. Ma non abbiamo preso nessun impegno di cedere una quota".

Le attese erano per il collocamento in borsa di una quota minoritaria della casa di Maranello.

Per quanto riguarda la possibilità di un aumento della partecipazione in Chrysler al 51%, Marchionne ha detto oggi che è "prematuro" definire l'evento "prossimo".

L'AD a inizio gennaio ha detto che Fiat sta lavorando all'ipotesi di salire al 51% di Chrysler già nel 2011.

Qualche giorno dopo, al salone di Detroit, ha detto che la priorità è trovare finanziamenti per ripagare il debito con i governi Usa e canadese, che ammonta a quasi 7 miliardi di dollari. L'operazione è la condizione perchè Fiat possa superare il 50% del capitale della casa automobilistica statunitense.

Il Tesoro Usa è interessato al fatto che Chrysler paghi i debiti prima dell'Ipo Chrysler che Marchionne - ha detto oggi - spera si possa tenere nel 2011.

In diverse occasioni l'AD aveva indicato come periodo per il collocamento a Wall Street la seconda metà del 2011.

ue27+Efta, Quota Fiat Aumentera' in Secondo Semestre

Il gruppo Fiat vede nel 2011 un mercato Ue27+Efta a 13,3 milioni di veicoli con la quota del gruppo in miglioramento nel secondo semestre a causa del lancio di nuovi modelli.

Il settore auto in Brasile è visto a 3,35-3,5 milioni di veicoli con una quota Fiat attesa sui livelli del 2010.

Sempre nell'area Ue27+Efta il gruppo prevede un leggero aumento nel mercato dei veicoli commerciali, con Fiat Professional che mantiene una posizione leader.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below