Fonsai, indebitamento netto a fine 2010 cala a 1.220 mln - AD

mercoledì 26 gennaio 2011 11:50
 

TORINO, 26 gennaio (Reuters) - L'indebitamento netto del gruppo Fondiaria-Sai FOSA.MI è calato alla fine del 2010 a 1.220 milioni di euro rispetto ai 1.410 milioni al 31 dicembre 2009.

Lo annuncia l'amministratore delegato Fausto Marchionni all'assemblea degli azionisti, precisando che è costituito da "circa 65 milioni di indebitamento a breve e 1.145 milioni a medio-lungo termine".

Leggendo un comunicato in risposta a richieste Consob, Marchionni aggiunge poi che, sempre al 31 dicembre scorso, l'indebitamento finanziario netto consolidato è passato a 1.560 milioni dai 1.670 milioni a fine 2009.

L'AD passa poi al tema della ricapitalizzazione fino a 460 milioni, oggetto della convocazione dell'assemblea degli azionisti.

"Non vi sono azionisti che abbiamo manifestato la disponibilita a sottoscrivere le azioni di nuova emissione tranne Premafin Finanziaria PRAI.MI, che ha assunto l'impegno di sottosrivere l'aumento di capitale per un importo non inferiore a 100 milioni. Non vi sono soggetti terzi che abbiamo manifestato la disponibilità a sottoscrivere quote dell'aumento di capitale" precisa.

Quanto all'impatto della ricapitalizzazione sul margine di solvibilità, considerando l'integrale esecuzione dell'operazione [massimi 460 milioni] il miglioramento sarebbe di circa 20 punti.

"Con riferimento al 30 settembre 2010, il rapporto tra elementi costitutivi e l'ammontare del margine di solvibilità da costuituire si attesterebbe intorno a 129% mentre, con riferimento al 31-12-2010, sulla base delle stime effettuate, il rappporto si attesterebbe a circa 122%" continua Marchionni.

(Gianni Montani)