UniCredit, sem2 condizionato da evoluzione crisi debito euro

venerdì 12 agosto 2011 18:56
 

MILANO, 12 agosto (Reuters) - La seconda parte dell'anno per UniCredit (CRDI.MI: Quotazione) sarà condizionata dall'evoluzione della crisi del debito sovrano nella zona euro.

Lo si legge nella relazione semestrale dell'istituto.

In occasione della presentazione dei conti del primo semestre il 3 agosto scorso, l'AD Federico Ghizzoni aveva dichiarato che UniCredit potrebbe raggiungere il target di utile netto 2011 individuato dal consensus degli analisti a 2,6 miliardi di euro, nonostante la crisi del debito della zona euro.

L'Italia continuerà a essere una delle aree di maggiore attenzione in termini di politiche commerciali, miglioramento della qualità dell'attivo e gestione dei costi, si legge ancora nel documento.