Ferretti vede Ebitda più che triplicato,470 mln debiti fine 2013

martedì 11 gennaio 2011 14:49
 

MILANO, 11 gennaio (Reuters) - Il gruppo nautico Ferretti vede un Ebitda alla fine dell'esercizio 2013 pari ad oltre 110 milioni di euro e un indebitamento finanziario netto di 470 milioni.

Sono alcuni degli obiettivi del piano aggiornato 2011-2013 che, secondo quanto riferito da fonti finanziarie vicine alla materia, l'amministratore delegato Salvatore Basile ha illustrato oggi, nel corso di una riunione a Londra, ai creditori.

Ferretti ha archiviato l'ultimo esercizio, chiuso il 31 agosto 2010, con un fatturato di oltre 500 milioni, un Ebitda di 31 milioni, un portafoglio ordini pari a circa 270 milioni e un indebitamento di 590 milioni.

Il piano, dicono le fonti, prevede oltre alla crescita dell'Ebitda e alla riduzione dell'indebitamento, che il fatturato raggiunga quota 680 milioni al 31 agosto 2013 (termine convenzionale dell'anno nautico). Alla fine dell'anno nautico in corso, il management guidato da Basile stima un fatturato di circa 590 milioni.

A fine piano è prevista una riduzione dei costi diretti di oltre 25 milioni.

Ferretti, spiegano le fonti, "al 31 dicembre scorso ha già raccolto ordini pari a circa il 60% del fatturato complessivo previsto alla fine dell'anno nautico 2011".

Il piano illustrato ai creditori prevede "una strategia commerciale mirata principalmente ai mercati emergenti, in particolare in America Latina, Medio Oriente e Asia-Pacifico".

Il brand CRN, riferiscono le fonti, "ha ricevuto sei lettere d'intenti per mega-yacht".

E' prevista la presentazione di 33 nuovi modelli, di cui 14 tra la prossima primavera e il salone di Genova di quest'anno.   Continua...