Cr.Artigiano, netto sem1 raddoppia a 20 mln, ok fusione Carifano

martedì 9 agosto 2011 17:45
 

MILANO, 9 agosto (Reuters) - Credito Artigiano CRAT.MI, del gruppo Credito Valtellinese (PCVI.MI: Quotazione), ha chiuso il primo semestre con un utile netto di 20,2 milioni di euro, raddoppiato rispetto a un anno prima.

Su base normalizzata il progresso è pari al 32%, dice una nota.

I proventi operativi netti sono stati pari a 131,5 milioni, in crescita dell'8%, con un margine di interesse che mostra un incremento del 2,9% a 77,8 milioni.

Il cost/income è sceso al 58,3% rispetto al 63,8% di fine giugno 2010 e al 60,6% di fine dicembre.

Sul fronte patrimoniale il core capital ratio è all'8,5% contro l'8,7% di fine 2010.

Alla luce dello scenario macroeconomico attuale, il Cda ha espresso "valutazioni prudenti" sull'andamento gestionale per la parte restante del 2011, "con risultati attesi sostanzialmente coerenti con quelli evidenziati nel primo semestre".

Il consiglio ha approvato la fusione per incorporazione di Carifano, operazione prevista dal piano strategico 2011-2014 del gruppo Creval.

L'operazione - che ha avuto il via libera anche dei Cda di Credito Valtellinese e Carifano - avverrà con un rapporto di cambio di 5 azioni ordinarie Credito Artigiano per ogni azione ordinaria Carifano.

Gli abbonati Reuters possono leggere i comunicati integrali delle società cliccando [ID:nBIA0939d] [ID:nBIA093c3]