PUNTO 2 - Rcs, piano triennale vede Ebitda a 296 mln in 2013

venerdì 17 dicembre 2010 18:37
 

(aggiunge commenti Perricone, aggiorna titolo in chiusura)

MILANO, 17 dicembre (Reuters) - Il cda di Rcs (RCSM.MI: Quotazione) ha approvato il piano triennale che prevede Ebitda a 296 milioni nel 2013 e ricavi in crescita in media del 2,8% annuo, confermando l'obiettivo di dismissione o valorizzazione di asset non strategici.

Al momento comunque il Cda non ha dato alcun mandato al management a procedere su operazioni specifiche, ha detto l'AD Antonello Perricone in una presentazione agli analisti.

Il gruppo tornerà a pagare una cedola, ha dichiarato l'AD. "I nostri azionisti si attendono una remunerazione, è già qualche tempo che non si è potuto distribuire un dividendo. Nel piano è compresa la distribuzione di dividendi per gli anni 2011 e 2012 per un importo complessivo di 75 milioni".

Il consiglio ha anche cooptato l'azionista Giuseppe Rotelli - che subentra al dimissionario Marco De Luca - e Roland Berger in sostituzione di Berardino Libonati, recentemente scomparso.

A Piazza Affari il titolo si è rafforzato dopo la diffusione del piano chiudendo in rialzo dello 0,94% a 1,075 euro con volumi pari a quasi il doppio della media.

PIANO VOTATO CON ASTENSIONE ROTELLI E DELLA VALLE   Continua...